Napolitano: “Lingua parlata e scritta, fattore essenziale per unità nazionale”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Napolitano: “Lingua parlata e scritta, fattore essenziale per unità nazionale”

14 Gennaio 2010

 

Il richiamo alla "coltivazione non puramente conservatrice e statica della risorsa fondamentale che è la lingua, parlata e scritta, italiana che rimane un fattore caratteristico ed essenziale della nostra unità nazionale" è stato significativamente sottolineato dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano nel corso della consegna, nel Salone dei Corazzieri al Palazzo del Quirinale, dei premi Presidente della Repubblica delle tre Accademie nazionali dei Lincei, di Santa Cecilia e di San Luca.

La cerimonia si è svolta alla presenza, fra gli altri, del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, del presidente della Corte costituzionale Francesco Amirante, dei vicepresidenti del Senato Rosa Angela Mauro e della Camera Antonio Leone, oltre ai presidenti dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia Bruno Cagli, dell’Accademia nazionale di San Luca Nicola Carrino e dell’Accademia nazionale dei Lincei Lamberto Maffei.