Home News Non per fare complotti ma a chi giova l’arresto di Strauss-Kahn?

Presunzione d'innocenza

Non per fare complotti ma a chi giova l’arresto di Strauss-Kahn?

7
16

Lo stupro è una violenza carnale; normalmente un uomo, più robusto di una donna, abusa di lei con la forza delle sue braccia e del suo corpo o di armi proprie o improprie; abusa per quel che può, tenuto conto che i rapporti carnali non sono poi così semplici. Le Leggi di gran parte dei Paesi del mondo puniscono queste violenze carnali o “stupri”.

Dominique Strauss Kahn (DSK), di antica famiglia ebrea, direttore generale francese del Fondo Monetario Internazionale e probabile candidato alle  elezioni presidenziali del 2012 in Francia, è stato arrestato dalla polizia newyorkese, con sceneggiata , per “stupro”, sequestro di persona ed altro; è accusato di aver violentato una cameriera del Sofitel di New York. Clamore in tutto il mondo occidentale! Non solo: DSK è ormai finito; non più direttore generale del FMI, né candidato a Presidente della Francia; dovrà probabilmente trovare un pertugio ove rifugiarsi in qualche angolo del mondo: magari di lusso, tenuto conto della ricchezza sua e di sua moglie.

E se non fosse colpevole di alcun reato? Dicono che la cameriera sia entrata nella sua camera per fare pulizie tra le 12 e le 13 di sabato scorso; lui sia uscito dalla doccia e l’abbia aggredita, sodomizzata o assoggettata ad altre violenze particolari (ma non ad  un normale rapporto sessuale); e poi sia scappato. Questa storia è un po’ curiosa.

-    Chi frequenta alberghi sa che il personale entra nelle camere solo quando queste non sono occupate; può succedere l’errore; nel caso, il personale chiede scusa e richiude la porta; in molti alberghi, quando la  camera è occupata, il fatto è segnalato anche dall’esterno; non al prestigioso Sofitel?
-    DSK ha 62 anni, professore e con fisico da intellettuale e certo non  prestante e, a logica, armato al massimo di matita. A meno che la tuttora misteriosa cameriera non sia un filo d’erba, è difficile pensare che DSK abbia potuto soggiogarla fisicamente; in caso di sue premure eccessive, avrebbe potuto ricevere uno o più sacrosanti manrovesci, con buone possibilità di suo KO.
-    Gli atti sessuali denunciati richiedono… collaborazione; non è pensabile che uno possa imporli con forza e rapidità alla cosiddetta partner; soprattutto se quest’uno ha 62 anni e si presenta  con un fisico normale e forse anche  un po’… molliccio, dovuto a decenni di lavoro da scrivania.

Si dice che DSK sia un dongiovanni incallito, con il vizio di far proposte in continuo e di avere relazioni  multiple: e di essere anche conosciuto in Sofitel , come un cliente che cerca donne. Tutto possibile; anzi sono state accertate alcune sue relazioni extraconiugali. E allora? Ma la tanto conclamata “libertà”, da sempre bandiera degli stati democratici e repubblicani (liberté , egalité , fraternité) ,dove è andata a finire?  Il reato non è avere libere relazioni. E’ fare violenza , picchiare, sottomettere.  E’ stato il caso ? Dai fatti finora noti non sembra proprio. E dalle reazioni esterne, sembra invece che il caso sia stato ad arte montato;  inventato (poco probabile) o costruito, forse con tranello organizzato, ove il dongiovanni sarebbe caduto.

I suoi nemici (gli anti-euro, gli altri socialisti francesi da un lato e i nazionalisti dall’altro, lo stesso Sarkò, i moralisti “quattro palle, un soldo” , nostrani e non, per non parlare degli anti-ebrei) stanno festeggiand. Marine Le Pen  è arrivata a dire che DSK ci aveva provato anche con lei (il nostro dongiovanni, nonostante il potere e la ricchezza di famiglia , sarebbe proprio di bocca buona). Al Fondo Monetario Internazionale, stanno già preparando la successione; è prevedibile la nomina di un non europeo. In Francia Sarkò avrà un avversario socialista meno difficile; i socialisti finalmente se la vedranno tra loro, nel Partito, per la scelta del possibile sfidante ( la Aubry, figlia di Delors, Hollande o ancora  la sua ex moglie Royal?);  il cosiddetto centro potrà lanciare un suo candidato (Borloo?); e la Le Pen si farà paladina della destra dura e pura (nonostante tutto…). Chi ha giocato nella  camera 2806 (ormai diverrà… mitica ) del Sofitel di New York? Il tordo sembra essere stato DSK; e il o i cacciatori? Pare che un europeo stia girando per Manahattan con un cartello: “DSK for President”. Negli USA. Nel 2013!

  •  
  •  

7 COMMENTS

  1. Due mondi
    Come il caso Roman Polansky mostra, c’è diversa solidarietà di bandiera fra il mondo della cultura e dello spettacolo e il mondo della politica e della finanza.

  2. Che pena!
    E’ proprio vero che certe mamme sono sempre incinte. Ed evidentemente questo mese tocca a quella dei complottisti.
    Inghilesi, invece di discettare da tuttologo in erba sul management degli hotel, sulla prestanza dei sessantaduenni mollicci (!) e sulla necessità di… collaborazione da parte delle malcapitate (!!), farebbe meglio a ricordarsi che la presunzione di innocenza non autorizza a stuprare la vittima – a mezzo stampa – per la seconda volta.
    Ci penserà la corte di New York ad accertare la verità dei fatti, ovvero del pane quotidiano del giornalismo. Quello serio, si intende.

  3. Tanto di cappello!
    Complimenti, egregio sig. (dott.? prof.? ing.? rag.? cav. ?) Inghilesi, per il suo brillante articolo che dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, come la teoria del complotto costituisca uno strumento insostituibile di analisi dei fenomeni contemporanei. Solo grazie all’adozione di quest’ottica estremamente sofisticata è stato ad esempio possibile scoprire che (a) gli attacchi alle Torri Gemelle e al Pentagono sono stati opera di Berlusconi (per distogliere l’attenzione della stampa mondiale dai suoi casi giudiziari), (b) Osama Bin Laden non è morto questo mese, bensì dieci anni fa, e l’uomo recentemente ucciso dalla CIA (servitasi per la bisogna di emissari della fondazione Madre Teresa di Calcutta) era un fratellastro di Obama (Obama/Osama: capito?) che al presidente degli Stati Uniti premeva far fuori perché si temeva che rivelasse che erano nati entrambi a Rocchetta Tanaro, (c) la principessa Diana è stata assassinata da un corgi inviato a tagliare la strada alla sua auto dal principe Filippo, che voleva impedirle di raccontare ai giornali che lui in realtà era figlio naturale di Hitler e della Bella Otero, (d) Elvis Presley non è morto, ma si è rifugiato in una capannuccia camuffata in fondo al Grand Canyon per non pagare le tasse (be’, che cretino: bastava che venisse ad abitare in Italia!), (e) a far fuori Matteotti sono stati i socialisti (“a chi giova”?).

    In quanto al caso DSK, quello che lei dice mi sembra non solo del tutto ovvio, ma inoppugnabile: è chiaro che Nicolas Sarkozy ha inviato in segreto sua moglie, travestita da cameriera africana, nella stanza di quest’uomo che com’è noto alle signore non ha mai fatto nulla di sconveniente, al massimo l’invio di qualche occhiata spermatozoica durante i pranzi ufficiali del FMI. Altrettanto ovvio che mentono spudoratamente anche Tristane Banon ed Aurélie Filippetti (istigate rispettivamente da François Hollande e Marine Le Pen).

    Caro Inghilesi, forse sarà il caso di rimandare al prossimo mese il viaggio di ritorno su Marte, visto che stavolta la vacanza due settimane tutto compreso sulla Terra le sta fornendo innumerevoli spunti di conversazione per le cene del mercoledì sera cui sarà spesso e volentieri invitato al suo rientro sul Pianeta Rosso. E mi raccomando al momento di imbarcarsi sulla navicella spaziale: badi che non sia stata sabotata dai moralisti nostrani e dagli anti-euro. Quella lì è gente senza scrupoli che, di fronte ad un avversario decisamente geniale (capire che “i rapporti carnali non sono poi così semplici” è un colpo degno di Freud, e ancora!), non esita ad utilizzare il più bieco terrorismo. Magari ingaggiando Pisapia.

  4. a chi giova ? all islam ,un
    a chi giova ? all islam ,un presidente ebreo in francia ,sconquasserebbe i piani della mezzaluna,si vocifera di cameriera musulmana ,come ruby,guarda un po

  5. OK OK è vero, non è
    OK OK è vero, non è credibile che uno degli uomini più importanti del pianeta, a mezzogiorno e mezzo obblighi una cameriera a una fellatio (come avrà poi fatto a obbligarla, senza un coltello o una pistola e soprattutto come avrà fatto la cameriera a graffiarlo sulla schiena, o è alto 130 c. o lei ha delle braccia di 100 cm). Ma perchè allora per quelle merde di francesi è credibile che Berlusconi ne trombi 18 per volta? e che induca alla prostituzione una minorenne?

  6. Articolo Inghilesi
    Grazie basta così, non leggerò più Occidentale.
    Se voglio leggere gossip sconci vado in edicola.
    Peccato.
    Giovanni Facchinetti

  7. Luigi ha capito tutto
    Luigi il Kattivo ha capito tutto: infatti la cameriera muSSulmana fa parte di una cellula dormiente agli ordini del Gran Muftì di Gerusalemme (naturalmente in combutta con Hitler) con l’obiettivo non solo di impedire che la Francia abbia un Presidente ebreo ma anche di dimostrare che gli ebrei sono dei gran maiali:-) :-)…ah, luigi, quando vedi Elvis Presley salutamelo tanto….

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here