Nucleare, ispettori Aiea in Corea del Nord

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Nucleare, ispettori Aiea in Corea del Nord

26 Giugno 2007

I funzionari delle Nazioni Unite incaricati del dossier
nucleare nordcoreano sono arrivati oggi a Pyongyang per negoziare con il regime di Kim Jong-il i termini della
sospensione delle attività del reattore nucleare di Yongbyon.

Pyongyang recentemente ha detto che inizierà a mettere in
atto un piano per il disarmo nucleare in febbraio, facendo uscire da uno stallo
il progetto per fornire alla Corea del Nord carburante in cambio della chiusura
del reattore.

“Abbiamo sempre bisogno di essere ottimisti. Credo che
la Corea del Nord farà ora ciò che gli è stato chiesto di fare”, ha
spiegato Olli Heinonen, capo degli ispettori per il nucleare dell’Agenzia
internazionale per l’energia atomica (Aiea), all’aeroporto di Pechino.

La sua squadra resterà in Corea del Nord per tre giorni
cercando di negoziare i termini per le verifiche da parte dell’Aiea per la
chiusura delle attività nucleari.

Intanto oggi, la Corea del Sud ha fatto sapere che
ripristinerà gli aiuti umanitari in riso alla Corea del Nord dal 30 giugno. Gli
aiuti umanitari erano stati sospesi dopo che Pyongyang aveva sfidato i moniti
internazionali lanciando alcuni missili nel luglio del 2006.