Home News Nucleare. L’Ue approva il pacchetto più duro di sanzioni contro l’Iran

Nucleare. L’Ue approva il pacchetto più duro di sanzioni contro l’Iran

0
2

Il Consiglio Affari Esteri dell'Ue ha approvato oggi un nuovo pacchetto di sanzioni molto dure contro l'Iran, a causa del suo controverso programma nucleare.

I 27 ministri degli affari esteri Ue hanno dato il loro assenso a una serie di misure che vanno oltre quelle approvate il 9 giugno scorso dal Consiglio di Sicurezza dell'Onu e che colpiscono con forza il settore energetico di Teheran, in particolare bloccando il trasferimento di tecnologia per gas e petrolio, ma anche il settore navale, aereo e bancario.

Secondo fonti diplomatiche, si tratta del "più importante pacchetto di sanzioni mai concepito dall'Ue contro l'Iran o un altro Paese". Gli Usa e l'Australia hanno già preso provvedimenti analoghi a quelli decisi dall'Ue e il Canada dovrebbe seguirli a breve. Le sanzioni saranno effettive alla loro pubblicazione nella gazzetta ufficiale dell'Ue, che potrebbe avvenire già domani.

"Le sanzioni internazionali contro l'Iran sono necessarie per persuadere Teheran a prendere seriamente l'avvio di nuovi negoziati sulla questione nucleare". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Franco Frattini, al suo arrivo a Bruxelles. "Le sanzioni - ha detto ancora Frattini - non sono una punizione ma lo strumento più importante" per spingere Teheran a tornare al tavolo negoziale e non per isolarla. Per il titolare della Farnesina l'Unione Europea e la comunità internazionale vogliono con grande determinazione la ripresa dei negoziati perché è quella che può e deve essere percorsa per risolvere la questione nucleare iraniana. Le sanzioni, ha precisato ancora il ministro, rappresentano una misura "necessaria dopo l'approccio reticente ed a singhiozzo che per molto tempo" ha caratterizzato il comportamento dell'Iran.

Ieri, il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, ha risposto che l'Iran "risponderà con forza" alle nuove sanzioni che l'Unione Europea si appresta ad approvare domani contro la Repubblica islamica per il suo programma nucleare. "Chiunque prenda parte allo scenario creato dagli Usa contro l'Iran - ha affermato Ahmadinejad - sarà considerato come ostile e risponderemo con forza". Rivolgendosi direttamente alla Ue, il presidente iraniano è sembrato sottolineare gli ottimi rapporti economici finora intrattenuti con diversi Paesi dell'Unione. "Non accogliamo con favore le sanzioni, siamo in favore dell'amicizia e della logica, e chiunque è stato nostro amico ne ha ricavato benefici", ha affermato Ahmadinejad.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here