OMS, aviaria: possibile caso di trasmissione umana

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

OMS, aviaria: possibile caso di trasmissione umana

07 Dicembre 2007

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha fatto sapere che due cinesi, padre e figlio, hanno contratto l’influenza aviaria, innescando il timore di una possibile trasmissione del virus H5N1 da uomo a uomo.

Secondo l’Oms, il padre del 24enne, morto il 2 dicembre nella provincia orientale cinese dello Jiangsu, e’ risultato positivo all’influenza aviaria dopo che aveva mostrato i primi sintomi della malattia.

L’organizzazione spiega come ci siano tre possibili spiegazioni per il contagio del virus: entrambi sono stati infettati dallo stesso animale, sono stati a contatto di due differenti animali o la piu’ allarmante, c’e’ stata una trasmissione tra padre e figlio.

Il portavoce dell’Oms, John Rainford, ha affermato come il contagio tra umani sia molto raro: tre soli i casi precedenti (Vietnam, Cambogia e Indonesia).