Padoan cerca equilibrio tra conti e crescita. Piano privatizzazioni

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Padoan cerca equilibrio tra conti e crescita. Piano privatizzazioni

23 Marzo 2014

Il ministro della economia Padoan parla di crescita, competitività, occupazione, ma precisa che i conti pubblici non vanno messi a rischio. "La stabilità di bilancio è condizione indispensabile per permettere lo sviluppo futuro del Paese", dice. "La strategia di politica economica del governo si basa sul rafforzamento del processo di consolidamento dei conti pubblici". Sulle riforme, Padoan parla di obiettivi di "medio periodo" e definisce la riforma del lavoro un piano complesso ma che "permette di semplificare". Padoan indica nelle privatizzazioni uno degli strumenti utili a proseguire nel lavoro già iniziato dal governo Letta, "Il governo guarda con favore a concrete ipotesi di dismissioni di partecipazioni che potranno essere realizzate da società controllate come Ferrovie dello Stato e Cassa Depositi con riferimento all’apertura al capitale privato di Fincantieri".