Pakistan: Altre bombe, almeno sette morti

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pakistan: Altre bombe, almeno sette morti

20 Ottobre 2007

Secondo il capo della polizia locale, Najam Tareen, almeno sette persone hanno perso la vita quest’oggi a causa di un esplosione avvenuta nella provincia sud-occidentale del Beluchistan, tra le vittime ci sono anche una donna e un bambino.

Non è ancora chiaro se si trattasse di un’autobomba o di una mina piantata sul ciglio della strada. Oltre ai sette morti, la polizia riporta anche un numero di feriti stimabile in almeno una dozzina di persone. L’area dell’esplosione è stata immediatamente chiusa al pubblico per le indagini del caso, e per poter permettere ai soccorsi di fare il loro lavoro.

La regione del Beluchistan è da tempo caratterizzata dagli scontri tra i ribelli che cercano l’autonomia dal Pakistan e le forze dell’ordine locali. Generalmente i bersagli dei ribelli sono rappresentati dai gasdotti (il gas è la più diffusa risorsa naturale in questa zona).

Le fonti militari tendono comunque a scartare l’ipotesi che questo incidente sia in qualche modo da collegare alla strage di venerdì, conseguente al ritorno in patria della Bhutto.