Pakistan. Disegni blasfemi su Facebook, vignettista si scusa

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pakistan. Disegni blasfemi su Facebook, vignettista si scusa

21 Maggio 2010

Una vignettista americana ha chiesto scusa ai musulmani per le illustrazioni satiriche di Maometto che hanno causato il blocco di Facebook e di YouTube in Pakistan. Lo riporta l’agenzia di stampa pachistana App.

Molly Norris, disegnatrice di Seattle, ha ammesso di aver ideato il provocatorio "concorso" di caricature sul Profeta, ma ha smentito di aver creato un apposito link su Facebook. "Non ho dichiarato il 20 maggio come ‘Everybody Draw Mohammad Day’, non ho mai creato una pagina su Facebook e non ho mai chiesto o ricevuto vignette" ha precisato in un comunicato. Secondo quanto riportato, l’idea era di fare satira sull’argomento, ma in seguito la sua iniziativa "è stata presa sul serio e manipolata per alimentare una campagna d’odio".

Il "concorso" ha sollevato accese proteste di piazza in tutto il Pakistan ed è stato condannato dal governo che ha denunciato come "blasfeme" le caricature sul popolare sito di social network.