Pakistan. Inondazioni, Onu: “Milioni ancora senza aiuto”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pakistan. Inondazioni, Onu: “Milioni ancora senza aiuto”

01 Gennaio 2011

Milioni di alluvionati pachistani sono ancora in attesa di aiuto, mentre la ricostruzione delle aree devastate "richiederà anni". È quello che sostengono le Nazioni Unite in un comunicato diffuso ieri.

"Si stima che 20 milioni persone siano state colpite dalla calamità che è stata la più grande crisi umanitaria mai successa nel paese", si legge in un messaggio firmato dall’inviato speciale di Ban ki Moon, Rauf Engin Soysal e dal responsabile Onu in Pakistan, Timo Pakkala. Le inondazioni della scorsa estate, causate da piogge monsoniche record, hanno colpito un quinto del territorio pachistano distruggendo case, scuole, strutture sanitarie, strade e ponti. Incalcolabili i danni all’agricoltura.

Le Nazioni Unite, in più occasioni, hanno rivolto pressanti appelli alla comunità internazionale per fornire le risorse al governo di Islamabad, che sta affrontando una grave crisi finanziaria per via della guerra al terrorismo islamico. La maxi richiesta di 2 miliardi di dollari avanzata lo scorso settembre dalle agenzie Onu, è stata soddisfatta per circa la metà dai paesi donatori.