Home News Pakistan, rapite due giovani cristiane

Pakistan, rapite due giovani cristiane

0
48

Sono state rapite nei giorni scorsi in Pakistan due ragazze cristiane, di sedici e undici anni, e sono state costrette a convertirsi all'islam e a sposarsi con degli sconosciuti. Le due giovani sono state catturate a Faisalabad, la terza città più grande del paese.

L’agenzia del Pime, AsiaNews, riferisce che l’evento è stato completamente ignorato dalle forze di polizia.

Il 5 agosto scorso, Muhammad Adnan e la sorella - entrambi musulmani e residenti nella colonia di Zulfiqar, periferia della metropoli - hanno rapito Zunaira Perveen, cristiana undicenne, dalla sua casa di Warispura. Dopo il rapimento, l'hanno costretta a convertirsi all'islam ed a contrarre matrimonio con Muhammad.

La madre della piccola, Abida, racconta ad AsiaNews: “Appena mi sono accorta che mia figlia non c'era, sono corsa in strada a cercarla. Qui, due uomini mi hanno detto di aver visto Adnan e la sorella andarsene con Zunaira”.

Il secondo rapimento è avvenuto il giorno successivo. Un musulmano di nome Mazher, insieme ad alcuni complici, si è presentato davanti alla casa di Shumaila Tabussum Masih (16 anni) per dirle che il padre aveva avuto un grave incidente ed era ricoverato in ospedale. Gli uomini si sono poi offerti di accompagnarla presso la struttura. La ragazza è salita sull'automobile di Mazher senza aspettare la madre: per strada ha incontrato due zii, a cui ha urlato dell'incidente avvenuto al padre, che si sono immediatamente recati in ospedale, dove, però, non hanno trovato nessuno. Salamat Masih, 37enne padre di Shumaila, ha subito denunciato l'accaduto alla polizia.

Ad AsiaNews dice di essere “molto preoccupato, perché casi come questi avvengono sempre più spesso: ragazze cristiane rapite, costrette alla conversione e poi date in moglie a dei perfetti sconosciuti”.

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here