Pd a Brunetta, preoccupante. Legge elettorale legata a Senato e Titolo V

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pd a Brunetta, preoccupante. Legge elettorale legata a Senato e Titolo V

26 Gennaio 2014

"Se si fa la legge elettorale si va a votare", dice Renato Brunetta a In Mezz’Ora da Lucia Annunziata. "Quando si carica una pistola è probabile che poi spari", aggiunge il capogruppo forzista. Ma la dichiarazione non piace al Pd. I democratici della Commissione Affari Costituzionali si dicono "preoccupati" dalle parole di Brunetta, e aggiungono: "la legge elettorale è legata alla riforma del Titolo V e a quella del Senato". Secondo il capogruppo Pd in commissione, Fiano, "Brunetta contraddice in modo eclatante la base dell’accordo sulle riforme". Riporta l’Agi: "Forza Italia a questo punto deve fare chiarezza se intende andare avanti sul progetto di riforma o se sfilarsi. Il Pd vuole andare avanti con determinazione, chiedendo a tutti serieta’ e coerenza, verificando la possibilita’ di migliorare il testo base con la condivisione dei gruppi che hanno presentato la proposta di legge e, se possibile, con il coinvolgimento di altri".