Home News Pensioni. Capezzone: “governo? Stacchi la spina”

Pensioni. Capezzone: “governo? Stacchi la spina”

0
42

“Da alcuni mesi dico (essendo accusato di attività ‘antiprodiane’ o qualcosa del genere...) che il governo non è in grado di governare, e forse nemmeno di gestire in modo decoroso la propria ultima fase”. Così Daniele Capezzone, deputato del gruppo dei radicali e Presidente  della Commissione Attività produttive della Camera.

“Ora – ha aggiunto - qualunque persona non faziosa e non partigiana riconosce che occorre staccare la spina: l'accanimento terapeutico non gioverebbe, credo. A questo punto, con Decidere.net, diamo appuntamento a tutti coloro che vorranno esserci, al 22 settembre, a Roma, per la marcia sulle pensioni, in primo luogo nell'interesse delle nuove generazioni (il cui futuro previdenziale, e forse il cui futuro tout court, rischia di essere ipotecato dalla sinistra comunista e dal sindacato conservatore), e al 29, a Milano, per un appuntamento pubblico sull'emergenza fisco. Saranno i giorni caldi immediatamente precedenti (nel caso del 22) e immediatamente successivi (nel caso del 29) il varo della finanziaria, e quindi i due eventi si svolgeranno in una fase politica cruciale”.

Intanto altre critiche si sollevano anche dal versante del centrodestra. Così Sandro Bondi, coordinatore di Forza Italia commenta quanto sta accadendo al governo in materia pensioni: “Un compromesso che soddisfi le varie richieste e posizioni presenti all'interno della maggioranza non serve. Serve una soluzione che sia utile al Paese. Speriamo che l'obiettivo non sia il mantenimento dell'alleanza e la sopravvivenza del governo costi quel che costi, ma che la preoccupazione predominante da parte di Prodi sia quella di raggiungere una soluzione che corrisponda agli interessi dell'Italia e degli italiani”.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here