Pescara, prostituta denuncia sfruttatori per salvare suo figlio

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Pescara, prostituta denuncia sfruttatori per salvare suo figlio

21 Gennaio 2014

Pescara. Una prostituta romena rimasta incinta era stata minacciata da una banda di balordi suoi magnaccia di dover dare loro il bambino una volta nato per vederlo. Ma la donna si è ribellata e ha denunciato tutto alla Polizia che ha arrestato quattro romeni. L’accusa per gli arrestati e’ favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, estorsione, lesioni, violenza privata e minacce. Il giro d’affari messo in piedi dalla banda di criminali in Italia era arrivato a fruttare centomila euro al mese.