Home News Pirati, Gates: “dobbiamo attaccare le basi sulla terra ferma”

Pirati, Gates: “dobbiamo attaccare le basi sulla terra ferma”

0
2

Secondo il segretario della Difesa americano Robert Gates, gli alleati devono mettere insieme elementi d'intelligence necessari a colpire le basi dei pirati. La settimana prossima, gli Stati Uniti presenteranno una bozza di risoluzione al Consiglio di Sicurezza dell'Onu per autorizzare "tutte le misure necessarie" contro la pirateria in Somalia.

Per Gates, che oggi partecipa a un forum internazionale in Bahrein, gli eserciti potrebbero stanare i corsari somali nel loro territorio, se informati adeguatamente dai servizi. La prima cosa da fare, comunque, nella visione del responsabile della Difesa Usa, è che gli armatori prendano le necessarie misure di sicurezza, come quella di aumentare la velocità o ritirare le scalette quando vedono avvicinarsi i pirati.

Il comandante della Quinta Flotta della Marina statunitense aveva espresso dubbi, ieri, sull'opzione di attacchi contro i pirati somali sulla terra ferma. Di stamattina la notizia del rilascio, da parte dei pirati, di una petroliera greca catturata in ottobre, di cui tre membri dell'equipaggio sono ritenuti morti.

Secondo l'ufficio marittimo internazionale (Bmi) un centinaio di navi sono state attaccate dall'inizio dell'anno nel Golfo di Aden e al largo della Somalia. I pirati trattengono tuttora almeno 14 imbarcazioni straniere e oltre 300 membri d'equipaggio per cui è stato chiedo un riscatto, compresi un cargo ucraino e la superpetroliera saudita Sirius Star, che trasporta due milioni di barili di greggio.

Spr

131014 dic 08

 

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here