Polaroid: Impossible? No, I-1 la fotocamera del futuro

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Polaroid: Impossible? No, I-1 la fotocamera del futuro

16 Maggio 2016

Impossible è una azienda diventata famosa nel mondo per aver riportato in commercio negli anni scorsi le pellicole istantanee della Polaroid, un salto nel futuro del digitale con un piede nel passato della fotografia.

Ora Impossibile è pronta a lanciare I-1, la prima macchina fotografica istantanea che utilizza delle pellicole di nuova generazione, oltre a quelle per la POLAROID 600, di cui sostanzialmente è l’erede.

I-1 funziona con una batteria integrata che garantisce circa 40 scatti ed è ricaricabile con cavi Usb. Ma attenzione, non siamo nel regno del vintage: il bluetooth 4.0 permette di associare la macchina fotografica a un dispositivo iOS (poi sarà la volta di Android), per poter attivare alcune funzionalità particolari, tra cui lo scatto ritardato o attivabile attraverso un comando acustico.

“Ognuno dovrà trovare il suo senso in questa macchina. Vogliamo far sapere al pubblico che esiste la possibilità di fare fotografia istantanea attraverso qualcosa di nuovo e di reinventato, ma che utilizza un vecchio formato come quello delle Polaroid” ha detto Luca Conforti di Nital, la casa che distribuisce i prodotti Impossible in Italia.
“I-1 – racconta – è un prodotto tecnologico con un design innovativo, di nicchia, dedicato a chi ama le istantanee e cerca un oggetto che richieda una certa padronanza”, che viene offerta dalla messa a fuoco manuale, anche se è presente quella automatica per rendere la vita più facile a tutti.

Nel 2008, Impossible rileva l’ultima fabbrica che produceva le pellicole per le macchine fotografiche istantanee più famose al mondo. “In realtà comprarono una scatola vuota – racconta Conforti – perché sì, c’erano le attrezzature, ma le aziende che fornivano la fabbrica non c’erano più”.

“Non avevano senso di esistere anche perché i prodotti chimici che venivano utilizzati per dare vita alle pellicole non potevano più essere utilizzati in Europa, erano banditi”. Così si riparte da zero.

“E così da impossibile – continua Conforti – tutto diventò possibile. Tornarono a fare le pellicole”. “Nel tempo sono state acquistate nei mercatini e su eBay le macchine fotografiche Polaroid. Sono state ricondizionate e vendute sotto il brand Impossibile con garanzia. Nel solo 2014 – dice Conforti – ne sono state acquistate circa 1500”.