Home News Presidenziali, sfida all’ultimo gadget

Presidenziali, sfida all’ultimo gadget

0
5

Non solo dibattiti e spot televisivi. La battaglia per aggiudicarsi la Casa Bianca si combatte anche a suon di gadget. D’altro canto, nella campagna elettorale più costosa della storia americana, il merchandise (come sottolineato dal quotidiano USA Today) serve anche ad arricchire i forzieri dei candidati. La fantasia davvero non ha limiti e così, con 13,95 dollari, si può acquistare un bavaglino griffato “Rudy – USA”. Lo store elettorale dell’ex sindaco di New York, accessibile via Internet, propone un’ampia scelta di prodotti. Tutti rigorosamente fabbricati negli Stati Uniti, “All Products Made in USA”, come viene ribadito in ogni pagina del sito web di Giuliani. Si va dalla polo per donna (37,95 dollari) alla felpa presidenziale (22,95 dollari). Non mancano poi T-shirt, tazze, adesivi, giubbotti e gli immancabili cappellini, con o senza visiera. Sono disponibili anche borse, grembiuli e palline da golf, tutte con il logo “Rudy 2008”. Straordinariamente ricco di articoli è lo store dell’ex senatore democratico John Edwards. Si va dalle coccarde con la foto di John e la moglie Elizabeth (edizione limitata, 9,95 euro al pezzo) alla busta della spesa e, ancora, al borsone da palestra (18,75 dollari). Tante le spillette con diversi slogan. “Il domani inizia oggi”, si legge sulla tazza da caffè di John Edwards (9,15 dollari). Sul sito web del candidato Democratico si offre anche la possibilità di ospitare un party a sostegno di Edwards nella propria abitazione. Si può così ordinare un kit per l’occasione: con 366 dollari si riceve a casa un pacco con 50 adesivi, 50 spillette, 10 T-shirt, 5 mousepad, 5 cappelli e 5 tazze.

 

Anche Hillary Clinton ha fatto le cose in grande. Su HillaryStore.com si possono acquistare svariati prodotti. Con 18 dollari, potrete avere il “Kid pack” contenente una maglietta, un salvadanaio a forma di porcellino e una riga. Tutti articoli adornati con lo slogan “Hillary cares about me”, “Hillary ha cura di me”. C’è anche il “Supporter pack”, per il vero sostenitore clintoniano, che per 20 dollari propone un cappello da baseball, un adesivo gigante, una spilletta e 20 palloncini. La senatrice di New York offre la possibilità di acquistare numerose magliette per donna e uomo. C’è pure il thermos griffato Hillary (8,50 dollari) e il portachiavi (3,50 dollari). La star del momento, Barack Obama, propone un’ampia scelta di magliette con il suo logo: il sole che sorge su una bandiera americana stilizzata. Il pacco del sostenitore costa 125 dollari e contiene 4 T-Shirt, 50 spillette e 150 tra adesivi grandi e piccoli. Per 12 dollari si può acquistare il Dvd ufficiale della campagna del senatore dell’Illinois. Se ne compri 5, uno è gratis. All’interno, un messaggio di Obama, l’annuncio della sua candidatura e un video sulla moglie Michelle.

 

Decisamente più essenziale lo store di John McCain, che da ex militare predilige abbigliamenti sobri, con logo e scritte poco appariscenti. I prezzi dei prodotti, peraltro, sono più alti rispetto a quelli degli altri candidati. Una T-Shirt costa 25 dollari, mentre una felpa con zip viene venduta a 100 dollari. Il senatore dell’Arizona pubblicizza poi con enfasi il libro Faith of My Fathers, racconto della sua drammatica prigionia in Vietnam. Con 200 dollari si può ricevere direttamente a casa una copia autografata dall’autore. Da buon imprenditore, il Repubblicano Mitt Romney punta molto sul merchandising elettorale. Su RomneyShop.com si può acquistare di tutto: anche l’ex governatore del Massachusetts sottolinea “orgogliosamente” che i prodotti sono Made in USA. A dieci dollari si può comprare la tazza firmata Romney; con 8 dollari il thermos. Molto elegante la T-shirt bianca da golf con la scritta “Romney for president”. Come nel caso di Giuliani, anche Romney vende bavaglini presidenziali. Gli elettori, si sa, vanno coltivati fin da piccoli.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here