Rai, l’Udeur lascia l’aula Respinte tutte le mozioni

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Rai, l’Udeur lascia l’aula Respinte tutte le mozioni

20 Settembre 2007

Pomeriggio difficile al Senato, sul voto per la Rai. Ad
eccezione di una parte della risoluzione Manzione-Bordon sul blocco delle
nomine, l’aula ha respinto tutte le mozioni, sia della maggioranza che dell’opposizione.
Sulle risoluzione della Cdl l’Udeur ha abbandonato l’aula.

È stato bocciato a larga maggioranza l’azzeramento del Cda
della Rai proposto dal primo punto del dispositivo finale della mozione
Bordon-Manzione. Anche il secondo punto, che impegnava il governo a compiere tutti
i passi necessari per l’approvazione di un nuovo piano industriale che si
faccia carico di affrontare tutte le emergenze, è stato bocciato con 156 no,
149 sì e un astenuto.

La risoluzione della Cdl è stata votata due volte: bocciata
la prima con uno e la seconda con due voti di scarto. A questo punto l’Udeur ha
abbandonato l’aula. “Parliamo di politica o ci prendiamo per i fondelli?”, ha
detto il capogruppo Udeur alla Camera Mauro Fabris. “Prodi ringrazi Storace
perché grazie alla sua assenza e a quella di altri due senatori fuorisciti da
An non è passata la mozione della Casa delle libertà”, ha chiarito Roberto
Castelli, capogruppo della Lega Nord al Senato.