Reggia Caserta, arriva commissario. “Restituirla ai suoi fini culturali”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Reggia Caserta, arriva commissario. “Restituirla ai suoi fini culturali”

24 Maggio 2014

Tra le misure previste per cultura e turismo dall’ultimo consiglio dei ministri c’è anche un progetto sulla Reggia di Caserta, per la riassegnazione degli spazi dell’intero del vasto complesso. "La Reggia di Caserta è per il 20% struttura museale e per il restante 80% occupato da altre funzioni", ha spiegato il ministro della cultura Franceschini, "prevediamo la nomina di un commissario per affrontare la situazione Obiettivo: restituirlo ai suoi fini culturali, educativi e museali". Il Governo ha nominato un commissario straordinario che insieme a tre esperti avrà sei mesi di tempo per definire il progetto legato alla Reggia, svolgere una serie di compiti legati alla verifica delle attività svolte e da svolgere, di coordinamento tra i diversi soggetti presenti, e per la implementazione delle attività stesse in base agli obiettivi prefissati. I giovani del progetto "Mille giovani per la cultura" saranno a disposizione del commissario.