Home News Resta a casa Fini!

Resta a casa Fini!

0
1

Apprendiamo con una certa preoccupazione la decisione del Ministro degli Esteri, Gianfranco Fini, di prendere parte alla manifestazione in difesa di Israele davanti all'ambasciata dell'Iran.

Magna Carta ha aderito alla manifestazione e non ha dubbi sulla sua opportunità. Quello che ci sembra irrituale è invece che vi partecipi il capo della diplomazia. Fini ha già espresso pubblicamente il suo pensiero, condannando senza riserve le parole del presidente iraniano Ahamdinejad. Lo ha fatto anche con particolare vigore, come era necessario, durante la sua recentissima visita di Stato in Israele. Egli ha, inoltre, tutti gli strumenti per dare alle sue parole il seguito che riterrà opportuno. Non ha bisogno di dimostrare di più.

Lasci le pubbliche manifestazioni ai cittadini e a quanti non avrebbero altro modo per esprimere il loro pensiero e il loro sostegno. Nella nostra parte del mondo la divisione tra i poteri e l'autonomia della società dalla politica sono valori che ci premono. Non vogliamo aprire questioni di superiorità o fare classifiche. Ma di certo, guardandoci intorno, preferiamo tenerci stretto quello che abbiamo.

Bravo Fini!

4 novembre 2005

Fini è rimasto a casa. Non ha partecipato, se non idealmente, alla manifestazione a sostegno dello Stato di Israele e contro le minacce del nuovo presidente iraniano Ahmadinejad.

Magna Carta si era permessa di segnalare per tempo l'inopportunità della sua partecipazione. Ma non è questo che ci interessa rimarcare.

Quello che invece ci appare importante, al di là di ogni altra considerazione, è che un politico italiano abbia fatto prevalere l'etica della responsabilità su quella della convinzione. E che questo politico sia Gianfranco Fini.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here