Riforme. Quagliariello: Testi da migliorare, settimana prossima riunione Ncd

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Riforme. Quagliariello: Testi da migliorare, settimana prossima riunione Ncd

Riforme. Quagliariello: Testi da migliorare, settimana prossima riunione Ncd

20 Marzo 2014

“Il Nuovo Centrodestra ha già depositato da tempo la sua proposta per la riforma del bicameralismo”. Lo ha detto, conversando con i cronisti in Senato, il coordinatore nazionale di Ncd Gaetano Quagliariello. “La bozza di proposta del governo – ha osservato – ha un punto chiave su cui siamo d’accordo, e cioè che il Senato non dia più la fiducia al governo. Per il resto, rispetto all’idea del governo, è certamente da ripensare la composizione: se infatti il Senato deve diventare una camera di compensazione tra legislatori, i legislatori e cioè le Regioni devono essere molto più presenti dei sindaci; e poi non siamo d’accordo sui ventuno senatori di nomina presidenziale, perché francamente non si avverte alcun bisogno di un’altra dose di nominati. Inoltre – ha detto ancora il coordinatore Ncd – va svolta anche una riflessione seria sulle funzioni di questa camera delle autonomie. Il suo ruolo di raccordo deve essere reale, per far sì che a legiferare sia il Parlamento ed evitare che ancora una volta nel conflitto fra Stato e Regioni a scrivere le leggi sia la Corte costituzionale. La settimana prossima – ha concluso Quagliariello – terremo una riunione del Nuovo Centrodestra per discuterne e mettere a punto la posizione da tenere per migliorare la riforma con spirito collaborativo”.