Riforme, quell’aula vuota frutto dell’arroganza di Renzi

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Riforme, quell’aula vuota frutto dell’arroganza di Renzi

11 Aprile 2016

Renzi parla delle riforme costituzionali alla Camera. Lo definisce un giorno storico. Ma l’aula è deserta. Il premier dice che sul referendum costituzionale “mi gioco tutto”, rende omaggio a Napolitano, aggiunge che “la politica scrive la sua pagina più bella”. Ma l’aula resta ancora e tristemente deserta. “Il viaggio parlamentare di una riforma nata per unire il Paese si conclude con un comizio in un’Aula vuota. Tra la partenza e il capolinea c’è il frutto dell’arroganza renziana”, scrive sulla sua pagina Facebook il senatore Gaetano Quagliariello, ex ministro delle Riforme e presidente del movimento “Idea”.