Riforme, Renzi: “Rush finale, ora stringere bulloni”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Riforme, Renzi: “Rush finale, ora stringere bulloni”

17 Giugno 2014

 "Siamo al rush finale". Lo avrebbe detto ieri sera il presidente del consiglio Matteo Renzi durante un vertice sulle riforme costituzionale che si è svolto con il Pd a Palazzo Chigi, secondo quanto riferisce il quotidiano La Stampa. Al capogruppo del Pd in Senato, Luigi Zanda, Renzi avrebbe chiesto di "stringere i bulloni" sui contenuti delle riforme e sui numeri necessari per farle passare in parlamento. Dopo il passaggio con il suo partito, e il passo indietro fatto dai senatori che si erano autosospesi dopo il "caso Mineo", Renzi dovrà fare una verifica definitiva con i partner di maggioranza, con Silvio Berlusconi e Forza Italia ma anche con le altre opposizioni, dal Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo alla Lega Nord di Matteo Salvini, che hanno aperto, rispettivamente, sulla riforma della legge elettorale, su Senato e Titolo V. Obiettivo del premier e’ la riforma del Senato entro il mese di luglio. Già da questa settimana potrebbero essere depositati in Commissione gli emendamenti di sintesi dei due relatori, Anna Finocchiaro e Roberto Calderoli.