Home News Sassonia. Arrestato un uomo per lo stupro e l’omicidio di Corinna

Sassonia. Arrestato un uomo per lo stupro e l’omicidio di Corinna

0
2

La polizia tedesca ha arrestato un uomo in relazione allo stupro e all'omicidio di Corinna, la bambina di nove anni scomparsa martedì scorso mentre giocava vicino casa e il suo corpo era stato ritrovato nei pressi di un fiume nella città tedesca di Eilenburg, vicino Lipsia. L'uomo avrebbe confessato il crimine. Lo rendono noto oggi fonti vicine all'inchiesta citate dalla Bild online.

A quanto pare, si era appostato nei dintorni e, approfittando di un momento in cui il fratellino e la sorellina della piccola di 11 e 13 anni erano rientrati in casa, l'ha violentata e uccisa. Poi ha infilato il corpicino in un sacco della spazzatura e l'ha gettato in un canale, a poche centinaia di metri dall'abitazione della bambina.

L'uomo, che ha 39 anni, vive in una zona relativamente vicina alla casa dove abitava la bambina. Secondo il quotidiano, l'uomo è stato sottoposto a un fitto interrogatorio da parte della polizia.

Il sospettato ha precedenti condanne per incendio doloso: infatti, dopo che la sua domanda di entrare nel corpo dei Vigili del fuoco volontari era stata respinta, aveva appiccato per vendetta una serie di piccoli incendi nella cittadina; inchiodato dalla testimonianza di una vicina, era stato processato e condannato al carcere. In seguito a questa vicenda, la fidanzata lo aveva lasciato.

Lo stupro e l'omicidio della bambina è stato sfruttato nei giorni scorsi dai neonazisti tedeschi che erano scesi in piazza per chiedere la reintroduzione della pena di morte. Giovedì, sulla piazza del mercato di Eilenburg (una ventina di chilometri dal capoluogo sassone Lipsia), estremisti della Npd e delle cosidette "Libere forze" (Freie Kraefte) hanno sfilato in corteo invocando la pena di morte per il pedofilo assassino. Anche un anno fa a Lipsia vi erano state varie manifestazioni di estrema destra in occasione dell'uccisione di una bambina di otto anni, Michelle, il cui corpo era stato poi rinvenuto in un laghetto. In quel caso il responsabile era un vicino di casa 19enne.

"Trovo mostruoso che questa gente cerchi di sfruttare ideologicamente questo terribile crimine", ha detto il ministro dell'Interno della Sassonia, Albrecht Buttolo.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here