Scarantino il depistatore arrestato per abusi su disabile

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Scarantino il depistatore arrestato per abusi su disabile

31 Gennaio 2014

di Ronin

Vincenzo Scarantino, pentito screditato, è stato arrestato dopo aver partecipato a Servizio Pubblico. L’accusa è di aver abusato di una donna disabile in una comunità protetta, dove l’uomo sostituiva, sembra, un suo amico educatore. Scarantino, fanno sapere i Pm, era irreperibile da due mesi. L’arresto è avvenuto dopo che Scarantino era andato da Santoro, con una maschera bianca a coprirgli il viso. Scarantino ha raccontato essere stato torturato dalle autorità e costretto a intestarsi la Strage di Via d’Amelio. Nel racconto di com’è andata la serata a cura del Fatto apprendiamo dallo staff di Servizio Pubblico che "Le forze dell’ordine hanno comunicato che si tratta di una notifica non meglio precisata. Ma siamo sconvolti dalla modalità e insospettiti dalla tempistica dell’operazione". A noi sconvolge un po’ meno, viste l’accusa e considerando che era irreperibile. Il Fatto conclude dicendo che Scarantino "oggi vive per strada emarginato da tutti". Forse perché è sempre stato un depistatore di professione?