Senza obbligo di assunzione le imprese daranno più lavoro

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Senza obbligo di assunzione le imprese daranno più lavoro

03 Maggio 2014

Una novità nel Dl Lavoro è l’emendamento che prevede una multa per le imprese in cui i contratti a tempo determinato superino il 20%. Un passo in avanti rispetto alle modifiche del decreto passate alla Camera che invece prevedevano la stabilizzazione forzata del lavoratore, una impostazione che avrebbe semplicemente spinto chi assume a non farlo. Come pure un altro risultato ottenuto dall’asse delle riforme, la parte del Pd che sostiene Renzi, l’Ncd e le forze di maggioranza, è che non saranno solo le Regioni a erogare la formazione professionale ma anche imprese e associazioni di imprese. Ora il presidente della commissione lavoro in Senato, Maurizio Sacconi (Ncd), vuole accelerare la discussione per arrivare al più presto in aula, ma i "responsabili" dovranno scontrarsi con il filibustering di M5S che ha annunciato 700 emendamenti per bloccare l’iter della riforma del mercato del lavoro.