Sessant’anni fa moriva De Gasperi, maestro di libertà

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Sessant’anni fa moriva De Gasperi, maestro di libertà

19 Agosto 2014

Sessant’anni fa, il 19 agosto del 1954, moriva Alcide De Gasperi, il fondatore della Democrazia Cristiana e il primo presidente del Consiglio della Repubblica Italiana. Lo statista trentino va ricordato perché fu tra i fondatori della Repubblica italiana dopo la tragedia della Seconda Guerra mondiale. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha inviato oggi a Maria Romana De Gasperi, presidente onorario della Fondazione De Gasperi, un messaggio in cui ricorda la "saggezza e lungimiranza" dello statista italiano. "In quegli anni, grazie all’impegno di uomini come lui – scrive – si riuscì a garantire la libertà e la sicurezza, la ricostruzione economica, la rinascita delle istituzioni e il recupero del prestigio e della dignità dell’Italia nella comunita’ internazionale". Grasso ha ricordato la attulità della lezione di De Gasperi, spiegando che  " ‘Per salvare la liberta’ bisogna salvare la pace" e che la democrazia "non è un bene acquisito una volta per sempre, ma va rafforzata e difesa ogni giorno". Leggi lo speciale su De Gasperi pubblicato dall’Occidentale.