Home News Slitta l’inaugurazione del secondo lotto del mercato di Carbonara

l'Occidentale Puglia

Slitta l’inaugurazione del secondo lotto del mercato di Carbonara

0
2

Avrebbe dovuto essere consegnato il 19 maggio dello scorso anno, ma ad oggi il secondo lotto del nuovo mercato di via Vaccarella a Carbonara è ancora chiuso. Ripercorrendo la storia della realizzazione dell’opera, un percorso ad ostacoli con ripetute sospensioni dei lavori e due perizie di variante, si ha un esempio concreto di quanto l'inerzia e i ritardi amministrativi possano pesare sulla vita dei comuni cittadini, in questo caso dei baresi.

Vediamo com'è andata: i lavori vengono consegnati il 18 marzo del 2008 per una durata di 250 giorni, ma già il 21 luglio dello stesso anno arriva il primo stop di 287 giorni per la prima perizia di variante e la ridefinizione del quadro economico. Si riprende a lavorare alla costruzione del mercato il 4 maggio del 2009, con spostamento della data di ultimazione dei lavori dal 22 novembre del 2008 al 4 settembre del 2009. Ciononostante, il 31 agosto dello stesso anno arriva un'ulteriore sospensione, in attesa dell'approvazione della prima variante di perizia, che innalza l’importo dei lavori da 1 milione 12mila euro circa a 1 milione 300mila euro.

Il via libera dal comune arriva il 7 novembre del 2009, ma il 19 marzo del 2010 interviene una nuova interruzione dell’opera per 60 giorni, a causa delle avversità meteorologiche. Slitta, dunque, al 19 maggio 2010 la data di consegna del secondo letto del mercato di Carbonara, il cui valore è stimato a 1 milione 600mila euro.

Nel frattempo, il 9 agosto del 2010 è necessaria una seconda perizia di variante per adeguare l’opera alla progettazione di una rotatoria, da realizzare su viale Trisorio Liuzzi in corrispondenza dell’ingresso del parcheggio del mercato coperto. I lavori, quindi, vengono nuovamente interrotti per poi essere ulteriormente ripresi. Uno stop and go che va avanti da oltre due anni e che, tutt'oggi, sembra non aver ancora raggiunto il capolinea.

Dopo tutte queste peripezie, infatti, l'Assessore con delega ai lavori pubblici di Bari Marco Lacarra dice che tutto è pronto, che il collaudo dell'opera sarebbe già stato effettuato - notizia contestata dal consigliere capogruppo della lista Simeone Giuseppe Loiacono, secondo il quale il responsabile stesso del progetto avrebbe invece confermato la mancata nomina, da parte dell'amministrazione comunale, di un collaudatore - ma si mantiene cauto sui tempi per l'inaugurazione e non fissa una data precisa. Mancherebbero, a detta dell'Assessore Lacarra, gli stalli per il posizionamento delle bancarelle degli ambulanti, questione all'ordine del giorno di un incontro con i rappresentanti di categoria che dovrebbe tenersi, presumibilmente, nella prossima settimana. Resta comunque il fatto che, a distanza di due anni, ancora non si è giunti al compimento dell'opera, ritardo su cui punta il dito l'opposizione al Comune di Bari.

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here