“Sono dell’Isis, bomba alla Mole”. Telefona da cabina pubblica

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

“Sono dell’Isis, bomba alla Mole”. Telefona da cabina pubblica

21 Dicembre 2015

"C’e’ una bomba dentro la Mole, sono dell’Isis". Paura a Torino per un doppio allarme bomba alla Mole Antonelliana e al centro commerciale Le Gru, simboli culturale ed economico della città. La Mole è stata evacuata ed è rimasta chiusa per tre ore al pubblico, mentre nel centro commerciale non è stato dato l’allarme per evitare di seminare il panico tra i clienti, numerosi in vista delle feste di natale. Ma dopo il sopralluogo di polizia e carabinieri non è stata trovata traccia di esplosivo. La procura ha quindi aperto un fascicolo per procurato allarme. Il sedicente jihadista ha chiamato il 113 per annunciare l’attentato, la chiamata è arrivata da una cabina telefonica passata al setaccio dalla scientifica. Secondo il direttore del museo del cinema ospitato nella mole, "il sistema ha funzionato egregiamente", "non bisogna cedere al ricatto del terrore, facendo il gioco di chi intende alimentare una strategia fondata sulla paura". Anche l’altro allarme, quello della bomba alle Gru è partito da un’altra cabina telefonica della zona. Scherzi o gesti di mitomani ma sui cui si indaga con attenzione, se ripensiamo alla bomba artigianale fatta esplodere nei giorni scorsi davanti a una scuola di Polizia a Brescia.