You Cut

Sovranità monetaria e reddito di cittadinanza

6
142

Abbiamo capito che il debito pubblico è causato dal fatto che lo stato non può più emettere la propria moneta ma è obbligato a chiederla in prestito alla Banca centrale Europea a causa del trattato di Maastricht. La Bce stampa gli euro dal nulla e lo presta agli Stati, pretendendone in cambio per il semplice foglietto di carta di valore nullo, il valore di facciata più gli interessi. Questa truffa deve avere  termine! Ci stiamo facendo prestare i soldi nostri , più fessi di così ! Il debito pubblico è un credito rovesciato. 

Quando ci saremo riappropriati della Sovranità monetaria senza la quale uno Stato non può esistere , sarà introdotto il Reddito di Cittadinanza : ogni singolo cittadino mensilmente verrà accreditato di una certa somma che gli spetterà di diritto dalla nascita alla morte. La somma percepità sarà legata alla quantità di beni presenti sul mercato. Ovviamente chi avrà anche un lavoro , percepirà anche il reddito da lavoro. Qualsiasi tipo di tassa verrà abolita in quanto lo Stato potrà disporre liberamente di tutto il denaro che ha bisogno per il suo funzionamento potendolo creare dal nulla come fa la Banca centrale europea.

 

  •  
  •  

6 COMMENTS

  1. Spero sia uno scherzo
    Spero che questo post sia uno scherzo…. Un hacker è penetrato e ha inserito un commento in puro stile ignorante-marxista.

    Come tutte le cose, neanche i soldi sono creati dal nulla. La BCE stampa soldi in cambio di titoli. Se li stampa e basta, genera inflazione e c’è si più denaro, però vale meno. Chiedere a Weimar per i dettagli.

  2. La moneta ha valore perchè
    La moneta ha valore perchè ci si mette d’accordo che lo abbia. E’ una convenzione sociale. E’ un foglio di carta o una cifra digitale su un computer che non esiste nemmeno nella realtà. Il valore nasce quando noi utilizziamo questa carta e questi bit digitali per acquistare o vendere i beni sul mercato.I banchieri internazionali lo hanno capito meglio di tutti , infatti la carta moneta non è più legata all’oro dal 1971. Noi vogliamo pagare le banche centrali per il loro lavoro ,COME SI PAGA UNA TIPOGRAFIA , perchè il lavoro da loro svolto è quello del tipografo. Invece oggi le banche centrali si sono impadronite del potere di stampare il denaro e queste lo emettono solamente prestandolo agli stati indebitando le collettività nazionali attraverso la compravendita dei buoni del tesoro. In questo modo , attraverso l’imposizione fiscale i cittadini sono obbligati a restituire il denaro che le banche hanno creato dal nulla. E’ UN ESPROPRIO DELLA PROPRIETA’ PRIVATA ESATTAMENTE COME QUELLO USATO NELLE DITTATURE COMUNISTE. Questo tipo di Capitalismo senza regole è uguale alla miglior dittatura comunista di stampo Staliniano. Entrambe le ideologie perseguono lo stesso scopo , trasformare gli esseri umani in schiavi del sistema espropriandoli lentamente di ogni cosa , compresa la libertà.

  3. Data sbagliata
    Per il primo aprile è troppo tardi. Per il 32 dicembre è troppo presto.
    Per fare dell’ironia è troppo piatto. E poi, ma chi è Gianluca?

  4. L’imposizione fiscale
    L’imposizione fiscale imposta con la forza da parte di questo governo delle Banche non serve a far funzionare i servizi dello stato come propagandato da quell’ odioso spot televisivo che si è visto in televisione e che tratta come un parassita sociale il comune cittadino.
    Le tasse servono a ripagare un debito inesistente : dobbiamo ripagare il denaro che la BCE ci ha prestato perchè lo stato non può più emettere moneta sovrana , questa valuta viene creata dal nulla dalla Banca centrale europea. Stiamo pagando con il nostro lavoro e le nostre proprietà dei biglietti di carta di valore nullo ! Siamo debitori di tutto il denaro in circolazione , e questo debito non potrà mai essere estinto nemmeno con cinquanta finanziarie da milioni di euro. Cosa aspettiamo che la benzina venga messa a 10 Euro al litro ,l’Iva al 50% e la tassa sulla casa al 40% del valore dell’immobile ?

  5. Sig.Gianluca salve, Lei e’
    Sig.Gianluca salve, Lei e’ piu’ sveglio, schietto e documentato di molti altri suoi colleghi e ha perfettamente ragione su tutto||| Chi la contraddice lo provi con link moderati e incontrovertibili , altrimenti sono solo chiacchiere da bar. Esporre un giudizio implica necessariamente un minimo di conoscenza documentata del problema e non deve essere “soggettivo”.1)La moneta deve essere legata al deposito aureo, 2) Le Borse devono valutare un’azienda in base a bilanci certificati seriamente e non come ora virtualmente per mera speculazione 3) Le banche devono fare un passo indietro di almeno 20 anni quando il direttore ti guardava negli occhi, visitava la tua azienda e/o negozio e ti stringeva la mano senza vendere prodotti “scaduti” come ultimamente fanno…….Siamo in presenza di una speculazione mondiale mai vista (purtroppo grazie alle moderne tecnologie usate a sproposito)e non piu’ regionale o locale come prima, con tutte le problematiche annesse.Ecc.ecc.Dico moderne tecnologie perche’ anni fa’ chi voleva acquistare azioni doveva passare necessariamente dall’ “Agente di Borsa” ,mentre ora (che bella idea!) ognuno di noi puo’ comprare e vendere online azioni, no comment; idem per i casino’ e altro online (roba da pazzi).I risultati si vedono.Grazie, MarcoMaria.

  6. Valore aureo , valore monetario
    La ringrazio per i complimenti signor MarcoMaria.
    Nel suo intervento Lei dice di legare la moneta al deposito aureo.
    Ebbene , il valore dell’oro è anch’esso una convenzione sociale, esattamente come quello della moneta cartacea o della moneta elettronica.
    Non serve legare il valore della moneta all’oro : la moneta ha sostituito l’oro tanto che ,se dovessimo farci rimborsare tutto il valore monetario presente sul pianeta con il corrispettivo in oro ,scopriremmo che solo una piccolissima parte potrebbe essere cambiata.
    Oggi chi emette la moneta è come se emettesse lingotti d’oro , in virtù del fatto che siamo noi collettività a dare valore al foglio di carta che utilizziamo per scambiarci i prodotti del mercato, esattamente come lo diamo al lingotto d’oro.
    Siccome l’emissione di moneta è in mano ad una ristretta cerchia di banchieri privati , questi hanno in mano il rubinetto per riempire la vasca di liquido ed il tappo per vuotarla. Sono loro che controllano i mercati finanziari ormai divenuti autoreferenziali : “Prevedo che ci sia una grande crescita economica !” non faccio altro che aprire il rubinetto stampando moneta e comprando azioni alla borsa valori ,aumentando l’euforia dei cosiddetti risparmiatori. “Prevedo che l’economia sia in recessione !” Non faccio altro che aprire il tappo della vasca, vendendo i miei pacchetti azionari e causando rarefazione monetaria dal momento che la moneta viene da me tolta dal mercato.
    Chi controlla l’emissione di moneta, controlla le economie degli Stati

    L’unica via di uscita da questa truffa planetaria, il ritorno alla moneta sovrana stampata dallo Stato, e per la prima volta nella storia ,questa moneta deve essere proclamata di PROPRIETA’ DEL PORTATORE , perchè non ci sarebbe nessuna differenza tra il sostituire quattro banchieri privati con quattro funzionari pubblici , i risultati sarebbero i medesimi : sofferenza per tutti eccetto per coloro che hanno in mano questo immenso potere.
    Lo stato cioè si deve comportare come una tipografia , emettere la moneta e DARLA ai cittadini come reddito di cittadinanza. Siamo noi cittadini a dare il valore alla carta , non sono ne le banche centrali ne gli Stati. Quindi la proprietà della moneta è del singolo non delle banche o dello stato.
    Oggi è un illusione dire di essere i proprietari della moneta che ci portiamo in tasca. Nella realtà con questo sistema truffaldino ne siamo i debitori.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here