Spagna. Zapatero avvia rimpasto di governo e riduce numero dei ministri

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Spagna. Zapatero avvia rimpasto di governo e riduce numero dei ministri

20 Ottobre 2010

Era atteso soltanto un avvicendamento per il titolare del Lavoro Celestino Corbacho in Spagna, ma a sorpresa il primo ministro spagnolo Josè Luis Rodriguez Zapatero ha deciso di modificare radicalmente il suo esecutivo, riducendo anche il numero dei ministri.

Citando fonti del governo, i media locali riferiscono che il ministro dell’Interno, Alfredo Perez Rubalcaba, mantenendo il suo incarico, sostituirà la prima vicepremier Maria Teresa Fernandez de la Vega, e che la titolare della Sanità, Trinidad Jimenez, andrà al ministero degli Esteri al posto di Miguel Angel Moratinos. Leire Pajin andrà alla Sanità e Valeriano Gomez al Lavoro.

Rosa Aguilar è stata scelta per l’Ambiente e Ramon Jauregui alla Presidenza. Scompaiono, riportano i media locali, i ministeri della Casa e delle Pari opportunità e non è chiaro che fine faranno De la Vega e Moratinos che hanno fatto parte del governo dalla prima vittoria di Zapatero nel 2004.