Sri Lanka: Uccisi 16 ribelli Tamil rimasti

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Sri Lanka: Uccisi 16 ribelli Tamil rimasti

08 Marzo 2008

Almeno sedici separatisti delle Tigri Tamil sono rimasti uccisi nelle ultime ore in diversi scontri con le truppe governative nel nord dello Sri Lanka.

Inoltre un soldato è deceduto in seguito allo scoppio di un ordigno lasciato lungo il ciglio di una strada nel sud del Paese.

Ieri le truppe hanno attaccato una postazione dei ribelli nel distretto settentrionale di Vavuniya, uccidendo sette persone, ha riferito un portavoce dell’esercito aggiungendo che nel corso dei combattimento sono rimasti feriti due soldati. In un’altra operazione dei militari condotta nella penisola di Jaffna sono stati feriti mortalmente sette separatisti Tamil, mentre nel distretto di Mannar, sono rimasti uccisi due ribelli.

Questa mattina nei pressi della città di Buttala un soldato cingalese è morto per l’esplosione di un ordigno, ma secondo un comunicato delle Tigri Tamil diffuso sulla rete, le vittime tra i militari sarebbero quattro.