Stalking. Uomo arrestato perchè perseguitava ex amico

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Stalking. Uomo arrestato perchè perseguitava ex amico

15 Gennaio 2010

I Carabinieri di Bergamo hanno arrestato un 30enne con l’accusa di stalking nei confronti di un 25enne suo ex amico. L’uomo perseguitava l’amico da oltre 7 mesi dopo che l’estate scorsa la loro amicizia si era interrotta dopo 5 anni.

Le indagini hanno dimostrato che l’arrestato cercava quotidianamente il contatto con il giovane amico bergamasco con decine di sms e chiamate al suo cellulare, tanto da averlo costretto a cambiare più volte numero del telefonino. In una occasione recente, spiegano i Carabinieri, la morbosità di questo tentativo di ricostruire il rapporto lo aveva portato ad appiccare un incendio nella casa col chiaro intento di dimostrare fino a dove poteva spingersi.

Gli episodi di persecuzione sono culminati quando l’arrestato, notando la macchina dell’ex amico parcheggiata sotto casa, e non ricevendo la risposta del suo incessante suonare al citofono, lanciava un flessibile (attrezzo simile ad un grosso trapano) contro il vetro della camera da letto riuscendo a ferire, fortunatamente in maniera non grave, l’ex amico e sua madre. La vicenda di Bergamo è una delle prime applicazione della legge contro gli atti persecutori in cui la relazione affettiva risulta essere un’amicizia.