Strage di Prato, Napolitano: stop a illegalità e sfruttamento

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Strage di Prato, Napolitano: stop a illegalità e sfruttamento

02 Dicembre 2013

Secondo il presidente Napolitano, dopo la strage di Prato bisogna dire basta alla illegalità e allo sfruttamento. "Noi non possiamo permettere che in Toscana ci siano uomini e donne ridotti in una condizione di schiavitù", ha spiegato il Governatore della Toscana Enrico Rossi dopo l’incendio che ha fatto 7 vittime a Prato. "Ce lo gridano alle nostre coscienze quei corpi morti bruciati, quei volti rassegnati e impauriti dei giovani lavoratori cinesi, quel bambino che e fuggito correndo". Secondo varie fonti, la tragedia avrebbe potuto essere prevista ed evitata.