Tenta di uccidere il padre adottivo, arrestato un 26enne di Chieri

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Tenta di uccidere il padre adottivo, arrestato un 26enne di Chieri

17 Giugno 2014

Marco Garofalo, 26 anni, è stato arrestato dai Carabinieri di Chieri dopo che aveva cercato di uccidere il suo padre adottivo, Angelo Monteleone, di 60 anni. I due avevano cenato insieme e dopo aver mangiato si erano recati in magazzino, dove Marco ha tentato l’omicidio, profittando del buio. Ha indossato dei guanti, ha preso dallo zaino una mazzetta da muratore e ha colpito il padre alla testa. L’uomo ha riportato dei traumi alla testa, alla mano e al corpo guaribili in 30 giorni. Il figlio è scappato a piedi ma un passante l’ha visto, allertando il 112, insospettito dai vestiti sporchi di sangue del giovane. Sul caso indagano le forze dell’ordine, il movente potrebbe essere economico.