Terremoto, la terra trema vicino Firenze. Popolazione allertata

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Terremoto, la terra trema vicino Firenze. Popolazione allertata

25 Ottobre 2016

Doppia scossa di terremoto in provincia di Firenze ma avvertite dalla popolazione anche nel capoluogo regionale toscano. Alle 18:51 il primo sisma con magnitudo 2.2 e due minuti più tardi la scossa più forte di magnitudo 3.9: lo hanno rilevato gli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica. L’epicentro è stato localizzato nei comuni di Castel Fiorentino, Certaldo e Gambassi. La scossa si è verificata ad una profondità di 9 chilometri.

Numerose le telefonate di cittadini spaventati sono arrivate sia ai vigili del fuoco sia alla polizia municipale. Verifiche sono in corso nei musei fiorentini ma finora non si segnalano danni. E’ stata avvertita nitidamente in Valdelsa la scossa di terremoto di magnitudo 3.9 della scala Richter. Secondo le prime informazioni, non risultano esserci feriti né danni alle cose.

La terra ha tremato per oltre 10 secondi e soprattutto gli abitanti ai piani più alti dei condomini si sono allarmati. Non si hanno ancora notizie di danni a persone e o a cose. Nelle prossime ore ci saranno sicuramente maggiori informazioni da parte dei media locali e nazionali.

Il Terremoto è stato percepito anche in tutta la provincia di Pisa, di Siena e in quella di Livorno, ma anche ad Arezzo, Prato, Pistoia: l’intera regione Toscana è stata quindi allarmata da questa scossa. La notizia sta intanto rimbalzando già in questi primi minuti su tutti i principali social network, in particolare su Facebook dove migliaia di utenti stanno scambiandosi informazioni, ma anche su Twitter.