Home News Terrorismo. Frattini: possibili attacchi biologici

Terrorismo. Frattini: possibili attacchi biologici

0
39

“Il rischio di attacchi terroristici biologici è limitato in Europa, ma esiste”. È quanto ha ricordato il vicepresidente della Commissione europea, Franco Frattini, durante una conferenza stampa a Bruxelles.

“Da un punto di vista statistico, il rischio è limitato, ma io non posso dire a mia figlia che è pari a zero, il rischio c'è e l'Unione europea deve preoccuparsene”. Ha aggiunto ancora il vicepresidente. Frattini, in quanto commissario responsabile per il settore Giustizia, libertà e sicurezza, ha inoltre presentato un libro verde sulla preparazione dei Paesi europei a un eventuale attacco biologico.

Il documento, in collaborazione con il commissario per la Sanità, Markos Kyprianou, fa leva sul’importanza fondamentale della collaborazione tra i paesi membri e, soprattutto, sulla prevenzione. “Nel rischio biologico la cosa principale è prevenire - ha infatti affermato Frattini - agire dopo che un disastro è già avvenuto serve a poco”.

I punti essenziali presi in considerazione nel Libro Verde riguardano in particolare la riduzione del rischio di attacchi; la maggiore preparazione a livello europeo; il coinvolgimento di tutte le parti interessate sia nel settore pubblico sia in quello privato e la creazione creare una rete globale di collaborazione. E proprio a partire da questi punti si muoverà per preparare le misure che la Commissione dovrà adottare in futuro. Infatti, dopo l'11 settembre, sono aumentati i timori di attentati con armi biologiche, tra le quali antrace, tossina botulinica, peste, vaiolo, tularemia e peste emorragica.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here