Transpotec Logitec, a Milano la fiera di chi ci salvato durante la pandemia



Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Transpotec Logitec, a Milano la fiera di chi ci salvato durante la pandemia

Transpotec Logitec, a Milano la fiera di chi ci salvato durante la pandemia

17 Maggio 2022

Dal 12 al 16 maggio a Fiera Milano si è svolta Transpotec Logitec, la fiera dell’autotrasporto e della logistica. L’edizione del 2022 dell’evento più importante del settore ha ospitato 346 espositori, di cui il 15% esteri. Non sono solo stati messi in vetrina i nuovi prodotti (mezzi pesanti, veicoli trainati e veicoli commerciali leggeri), ma si è anche parlato di policy. Luca Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano, ha spiegato che questo settore è stato “l’ossatura grazie alla quale, durante la pandemia, abbiamo avuto beni primari. Ora si trova davanti a grandi sfide: transizione energetica e digitalizzazione”.

Transpotec Logitec, tra sostenibilità e formazione

La sostenibilità, declinata in chiave economica, ambientale e sociale, è stato il tema centrale dei numerosi workshop che i sono svolti. Si è quindi discusso del miglioramento dell’efficienza aziendale, ma anche dell’economia del petrolio che cambia a causa dell’avvento dei nuovi combustibili. I seminari non hanno trascurato nemmeno la necessità di contabilizzare le emissioni per comprendere come ridurre l’impronta di carbonio attraverso processi rinnovati. Infine, hanno dedicato un focus alla valorizzazione delle relazioni sociali nella filiera estesa.

Anche momenti dedicati alla formazione non sono mancati, Transpotec Academy a cura di EvenT. Ogni giorno dell’evento ha proposto due incontri giornalieri, in cui sono stati affrontati temi di interesse per i trasportatori inerenti alle nuove competenze. C’è bisogno di personale qualificato, infatti Palermo ha dato l’allarme: “mancano 20mila addetti nel trasporto”.

I numeri della logistica: i dati Anfia

Dopo le difficoltà del 2020, le quasi 25mila immatricolazioni sono un buon segnale per un mercato che sta soffrendo particolarmente la carenza di carburante e di componenti. I dati Anfia, l’associazione dell’industria automobilistica, evidenziano che il recupero ai livelli pre-pandemia è quasi cosa fatta.

I mezzi pesanti sono cresciuti del 22% nel 2021 rispetto all’anno precedente e hanno superato del 5% il valore raggiunto del 2019. I veicoli commerciali leggeri sono ancora in lieve flessione se si guarda al 2019, ma grazie agli oltre 183mila mezzi immatricolati hanno recuperato il 14,9% rispetto al 2020. Nota positiva anche per i veicoli trainati, in virtù delle 15mila immatricolazioni, si è registrata una netta ripresa: +32,3% sul 2020 e +4,6% sul 2019.