Tre mesi a Di Stefano per bandiera Ue rubata, scarcerato e obbligo firma

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Tre mesi a Di Stefano per bandiera Ue rubata, scarcerato e obbligo firma

16 Dicembre 2013

Tre mesi di reclusione e cento euro di multa: la condanna per Simone Di Stefano, il vicepresidente dei fascisti di Casa Pound che il 14 dicembre scorso aveva rubato la bandiera della Ue dalla sede della rappresentanza europea a Roma. A deciderlo il giudice monocratico del tribunale di Roma, durante il processo per direttissima che ha portato per ora alla scarcerazione del giovane che adesso resterà a casa con l’obbligo di firma bisettimanale. Di Stefano aveva cercato di sostituire la bandiera della Ue con il Tricolore ed era stato accusato di furto aggravato.