Turchia, attacco a casa editrice che stampa la Bibbia. Tre morti.

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Turchia, attacco a casa editrice che stampa la Bibbia. Tre morti.

18 Aprile 2007

Sarebbero almeno tre le vittime di un attacco avvenuto nella città di Malatya, nella Turchia orientale, contro gli uffici della casa editrice Zirve, che stampa libri sul cristianesimo. Dopo esser state legate e bendate – ha rivelato il governatore di Malatya, Ibrahim Dasoz –  le tre vittime sono state sgozzate. Una quarta persona, creduta morta dopo essere caduta da una finestra, e’ in fin di vita ed un’altra e’ grave dopo essere stata anch’essa accoltellata alla gola.

Dasoz non ha escluso che si sia trattato “non di un attacco”, ma di uno “scontro interno”. E i sospetti maggiori ricadono su esponenti del gruppo islamo-nazionalista dei ‘lupi grigi’ che gia’ in passato avevano minacciato la casa editrice Zirve al punto che il direttore, Hamza Ozant, in seguito al reiterarsi delle minacce, stava per chiedere una protezione alla polizia.
La Cnn turca ha riferito che la polizia avrebbe gia’ catturato sei persone coinvolte nell’attacco e che altre 10 persone sono state invece fermate e interrogate come testimoni.
Le vittime sarebbero una di origine tedesca, un turco e uno di origini imprecisate.