Turchia, Erdogan: “Si al velo nelle università”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Turchia, Erdogan: “Si al velo nelle università”

19 Settembre 2007

Il divieto di indossare il velo nei campus delle università
statali turche dovrebbe essere eliminato “per Costituzione”. È quanto ha
sostenuto e più volte ribadito il primo ministro turco, Recep Tayyip Erdogan.

Erdogan, in un’intervista rilasciata al Financial Times e
pubblicata oggi dal quotidiano in prima pagina, ha affermato che la Turchia
deve risolvere “il problema del velo” attraverso una riforma costituzionale. Questa
sarebbe, infatti, di una questione politica che deve essere affrontata con
urgenza, nonostante le polemiche che possa sollevare sulla laicità della
Costituzione.

“Il diritto all’istruzione non può essere limitato a causa
di ciò che una ragazza indossa – ha detto Erdogan – una problema del genere non
sussiste nella società occidentale, ma in Turchia è un problema e credo che
risolverlo sia il primo fra i compiti di chi fa politica”.

Erdogan ha inoltre spiegato che le ultime due costituzioni
entrate in vigore in Turchia sono state sempre stilate e approvate dai
militari, in seguito, rispettivamente, ai colpi di stato del 1960 e del 1980,
perciò oggi sarebbe necessaria una riforma preceduta da un ampio dibattito.

Per questo, ha affermato il primo ministro turco: “Vogliamo
una Costituzione che regga e difenda uno stato che è democratico e secolare.
Una Costituzione destinata a dare alla Turchia una direzione precisa, è quindi
nostro obbligo avere un dibattito a riguardo e consultarci con i cittadini
nella maniera più aperta possibile”.

In Turchia per legge è vietato indossare il velo negli
edifici di stato, oltre che nelle università e nelle scuole e il tema è stato
al centro del dibattito politico anche per l’elezione del capo dello stato. La
moglie del nuovo presidente Abdullah Gul indossa infatti sempre il velo.

Secondo alcuni osservatori, però, l’abolizione del divieto
di usare il velo potrebbe portare verso l’obbligo per tutte le donne di
coprirsi il capo in pubblico.