Tutta colpa di Freud, uno psicologo con tre figlie fuori di testa

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Tutta colpa di Freud, uno psicologo con tre figlie fuori di testa

23 Gennaio 2014

"Tutta colpa di Freud" di Paolo Genovese arriva nelle sale cinematografiche. Il film, che fa il verso alle commedie leggere all’americana, maestro del genere il Woody Allen che si psicanalizza e ti psicanalizza, narra infatti di uno psicologo con problemi di cuore perso dietro alle storie delle sue tre figlie, anche loro piombate in delicate vicende sentimentali: una che si innamora di un ladro sordomuto, un’altra di un architetto 50enne, la terza, lesbica che si ravvede dopo un viaggio a New York. C’è spazio per il divertimento ma lo psicologismo un po’ salottiero e assai ciarliero alla fine fa rimpiangere le lezioni di Deleuze e Guattari e mette voglia di rileggersi per una sera l’Anti Edipo.