Ucraina, Alli (Ncd): “Diplomazia strada maestra. Sanzioni inevitabili, intervenga anche NATO”

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Ucraina, Alli (Ncd): “Diplomazia strada maestra. Sanzioni inevitabili, intervenga anche NATO”

23 Luglio 2014

 "A seguito degli ultimi sviluppi, il conflitto tra Russia e Ucraina ha ormai raggiunto una dimensione che coinvolge tutti. Sembra, dunque, inevitabile che domani a Bruxelles, al consiglio dei ministri degli esteri europei, si detti una linea dura nei confronti di Mosca per costringerla al ritiro delle armi". A dirlo è Paolo Alli, deputato del Nuovo Centrodestra, vice presidente della delegazione italiana presso la Nato e vice presidente del Gruppo Mediterraneo e Medio Oriente della Nato. "Le eventuali sanzioni, però," continua Alli "devono essere ben calibrate poiché sono unilateralmente dannose. La strada maestra resta la diplomazia". Per Alli "la strategia della tensione da parte della Russia è andata oltre il limite ragionevole. Diventa sempre più opportuno anche un intervento della Nato in quanto una delle sua prerogative è la lotta al terrorismo internazionale. È necessario che l’organismo si ponga il problema di come tutelare queste realtà conflittuali che impattano sugli equilibri mondiali".