Usa 2016, Trump ne ha per i giornalisti del Washington Post: “Sono falsi e disonesti”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Usa 2016, Trump ne ha per i giornalisti del Washington Post: “Sono falsi e disonesti”

14 Giugno 2016

Donald Trump contro il Washington Post. Motivo, il titolo che il Post ha pubblicato ieri, ‘Donald Trump sembra collegare il presidente Obama alla strage di Orlando’, dopo le dichiarazioni del miliardario newyorchese sulla tragedia che si è consumata in Florida. Il quotidiano, infatti, ha provocato il tycoon perché aveva osato attribuire qualche responsabilità al presidente. 

Sulla sua pagina Facebook, Trump ha definito “incredibilmente inaccurati” gli articoli del Post riguardanti la sua campagna e ha accusato il quotidiano di essere “falso e disonesto”. Ma al di là dell’episodio specifico, alla base della decisione c’è la dura polemica tra Trump e il miliardario Jeff Bezos, nonché proprietario del Washington Post, accusato di utilizzare il quotidiano per i suoi interessi personali.

“Il Washington Post viene usato dai proprietari di Amazon come strumento di lobby politica per non pagare le tasse e non essere perseguiti per le tendenze monopolistiche che hanno portato alla distruzione dei negozi e dell’industria del commercio”, ha affermato lo staff di Trump in una nota di condanna.