USA: Corte Suprema esamina legittimità di Guantanamo

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

USA: Corte Suprema esamina legittimità di Guantanamo

05 Dicembre 2007

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha esaminato oggi per la
terza volta la legittimità di Guantanamo.

Mentre fuori c’erano centinaia di persone in coda fin dalla
notte per assicurarsi un posto all’interno e qualche decina di manifestanti,
alcuni in tuta arancione, a protestare all’esterno sotto la neve.

L’amministrazione Bush ha difeso la prigione militare a Cuba
che ospita 305 presunti terroristi, sostenendo che le procedure di
detenzione e quelle dei processi rispettano i diritti dei prigionieri e
sono regolate da una legge del Congresso.

Gli avvocati di un gruppo di detenuti che hanno portato di
nuovo la vicenda all’attenzione del massimo organo giudiziario americano,
hanno invece chiesto ai nove giudici di Washington di dichiarare Guantanamo
contraria alla costituzione e di offrire ai detenuti la possibilità di
discutere i loro casi di fronte a corti federali o militari negli Usa.

L’udienza odierna sarà seguita come di consueto da mesi di riflessione e di
analisi del caso da parte dei giudici, che potrebbero pronunciarsi in
primavera. Una delle questioni-chiave da affrontare è decidere se la base
navale di Guantanamo Bay sia da venir considerata o no suolo americano a
tutti gli effetti: in caso positivo, i detenuti dovrebbero veder rafforzati
sensibilmente i loro diritti.