Home News Vaccino e variante inglese, Ema cerca di rassicurare sulla efficacia

La campagna vaccinale

Vaccino e variante inglese, Ema cerca di rassicurare sulla efficacia

0
67

Per rendere inefficace il vaccino servirebbe una mutazione sostanziale. Marco Cavaleri, direttore della strategia sui vaccini dell’Ema, in conferenza stampa prova a cancellare i dubbi sulla possibile inefficacia del vaccino davanti alla cosiddetta ‘mutazione inglese’. “Credo che in linea di principio ci potrebbero spaventare mutazioni multiple, in modo particolare sulla proteina spike, che potrebbero alterare il profilo antigenico del virus per quanto riguarda i vaccini rendendoli incapaci di neutralizzare il virus ma è molto presto per dirlo. Credo che dovremmo vedere il virus cambiare in modo sostanziale prima di trovarci in una situazione di pericolo e per pensare di dovere aggiornare il vaccino. Per il momento non siamo troppo preoccupati”. “Al momento non c’è alcuna evidenza che suggerisca che il nuovo vaccino non funzionerà sulla nuova varietà del coronavirus – ha aggiunto Emer Cooke, direttrice esecutiva dell’Ema, sempre durante la conferenza stampa -. Sappiamo molto di più su questo vaccino di quanto ne sapevamo dieci mesi fa e anche tre mesi fa, ma ci sono ancora nuove informazioni che devono essere valutate nelle loro interezza, come le recenti informazioni sulla nuova variante di coronavirus che vanno ancora valutate”.

E rassicurazioni arrivano anche da Giorgio Palù, presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). “Ora che dall’Ema è arrivato il via libera al vaccino Pfizer, siamo vicinissimi a immunizzare contro Sars-CoV-2 le prime persone qui in Italia. Abbiamo un piano a cui dare la massima priorità. Vietato sbagliare – ha detto -. Finalmente abbiamo a portata di mano la prima vera arma che potrà aiutarci a fermare l’avanzata di questa pandemia. Il vaccino arriverà prima allo Spallanzani che farà poi da collettore con le altre regioni, ma ci vorranno i primi di gennaio per avviare la vera e propria campagna di vaccinazioni”.

Intanto La Commissione europea dovrebbe dare questa sera l’autorizzazione all’immissione sul mercato del vaccino Pfizer-BioNTech, dopo l’ok dell’Ema. “Mi aspetto una decisione della Commissione europea entro questa sera”, ha scritto su Twitter la presidente Ursula von der Leyen.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here