Home News Vaticano. L’unica Chiesa è quella cattolica

Vaticano. L’unica Chiesa è quella cattolica

1
5

È prevista per domani la pubblicazione del documento della Congregazione della dottrina della fede intitolato “Risposte ai quesiti riguardanti alcuni aspetti circa la dottrina sulla Chiesa”. Il nodo centrale riguarda l’esclusione delle chiese riformate dal titolo ufficiale di Chiesa.

Il documento è stato firmato dal cardinale William Levada, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e ratificato e autorizzato dal Papa, il 29 giugno, nella ricorrenza dei SS Pietro e Paolo. Secondo quanto riferito oggi dal quotidiano on line Korazym.org , si tratta di un testo piuttosto breve, strutturato in due parti: un'introduzione di tre paragrafi e una sezione dialogica di cinque domande seguite dalle risposte. Chiarezza, brevità e stile didascalico sono i mezzi cui si ricorre per raggiungere l'obiettivo espresso nell'introduzione: presentare “il significato autentico di alcune espressioni ecclesiologiche usate dal Magistero che sono aperte a malintesi nel dibattito teologico”.

La prima domanda invita a riflettere sull'impatto del Concilio Vaticano II sulla dottrina sociale della Chiesa. Si risponde che non si intende operare nessun cambiamento, ma anzi si procede verso uno sviluppo, un approfondimento. La seconda e la terza domanda, come rivela ancora Korazym.org, si soffermano sul significato esatto dell'affermazione: “la Chiesa di Cristo sussiste nella Chiesa cattolica”. Questo il passo centrale del documento e in quanto spiega il senso del verbo “sussiste”, utilizzato dal Concilio nella Costituzione Lumen gentium.  Tale significato corrisponde a quanto già anticipato qualche giorno fa da ‘Il Giornale' : “l’unica Chiesa di Cristo sussiste nella Chiesa cattolica”.

Come si legge ancora sul quotidiano Korazym.org , la quarta domanda si sofferma sul motivo per cui le Chiese orientali, seppure separate da una piena comunione con la Chiesa cattolica romana, vengano definite “Chiesa”. Il documento evidenzia in proposito la “presenza dei sacramenti e la successione apostolica dei vescovi”. Perciò, nonostante le divisioni, tali Chiese meritino il titolo di “Chiese particolari o locali”.

Infine, l'ultima quesito verte sull'attribuzione del titolo di Chiesa alle a tutte le comunità cristiane nate dalla Riforma del XVI secolo.  Chiara e decisa è la risposta del Vaticano. Data l'assenza della successione apostolica, del sacramento dell'ordine e quindi, della sostanza integrale del mistero eucaristico, queste comunità non possono essere definite Chiesa in senso proprio.

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. Credenti tutti di pari dignità
    I recenti chiarimenti espressi dalla Congregazione per la Dottrina della Fede lo scorso 29 giugno 2007 hanno messo in evidenza che le chiese che si pongono nel solco protestante ed evangelico non possono essere considerate dalla dottrina cattolica come vere e proprie chiese. [url=http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/20583.php?index=20583&lang=it#TESTO%20IN%20LINGUA%20ITALIANA]Qui il testo.[/url]

    Secondo questa affermazione ufficiale molto chiara, di cui nessun organo di informazione ha dato una diversa interpretazione, dobbiamo ritenere che se esiste una sola vera chiesa, quella cattolica, le altre devono ritenersi false chiese cristiane quando usano per se stesse questa definizione.

    Essere noi avventisti considerati falsi, il documento nega che la nostra chiesa possa essere “genuina e integra”, ci mette alla pari di tanti contraffattori e ci pone fuori di fatto dal cristianesimo, che fa invece della sincerità e dell’onestà un caposaldo. Si respinge al mittente questa dichiarazione.

    Una visione di s. Giovanni narrata in Apocalisse 13:12 vede il sorgere negli ultimi tempi della storia umana di una orribile bestia che rappresenta un potere umano e spirituale, che pur avendo le sembianze di agnello parla come un dragone e alla fine si rivelerà come l’anticristo. Questa organizzazione rappresenta un falso cristianesimo che cercherà di convincere il mondo cristiano che solo essa può salvare il mondo. L’organizzazione che cerca di mettersi al posto di Gesù in questo compito può definirsi antagonista al progetto divino e antagonista a Cristo. Quando il vertice teologico della chiesa cattolica afferma che «solo per mezzo della cattolica Chiesa di Cristo, che è il mezzo generale della salvezza, si può ottenere tutta la pienezza dei mezzi di salvezza» respinge la chiara affermazione evangelica che il mondo si salva solo attraverso un dono gratuito guadagnato da Gesù Stesso che Dio dona a tutti i credenti. Scrive s. Giovanni nel suo vangleo (3.16) «Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.» Confondendo la propria missione di Chiesa, dal greco EKKLESIA ovvero assemblea, che consiste nel riunire i fedeli e non nel fornire a loro il “lasciapassare” per accedere a Dio, costruisce un progetto diverso dall’iniziale e si sovrappone alla figura centrale della rivelazione di Dio, Gesù Cristo. Essa si vorrebbe appropriare dell’esclusiva sulla salvezza dell’intero pianeta. Ma salvare il mondo non è alla sua portata, ne sembra essere alla portata del potere politico ed economico. È invece alla portata di Dio stesso che tramite un nuovo Messia, annunciato dalle sacre scritture attraverso le loro profezie che rappresentano la nostra speranza avventista, rigenererà il pianeta e quella parte di umanità che decide di stare dalla sua parte.

    Si ritiene quindi offensivo che le chiese cristiane protestanti siano dichiarate in un documento cattolico ufficiale corrotte e contraffatte (definizioni equivalenti a non genuine e non integre) o nemmeno degne di ricoprire quel ruolo e si prende atto dell’esistenza di un cattolicesimo che nega a Dio di aiutare l’umanità se non attraverso la propria organizzazione, posizioni entrambe molto confuse e fuori dalla realtà, che non rappresentano il vero sentire di tanti cattolici nei confronti di altri credenti cristiani.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here