Verso Sud per una nuova stagione di sviluppo e crescita economica

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Verso Sud per una nuova stagione di sviluppo e crescita economica

Verso Sud per una nuova stagione di sviluppo e crescita economica

13 Maggio 2022

È stato detto più volte negli ultimi anni: il Mezzogiorno come baricentro dell’Europa nel Mediterraneo. Che non si tratti di una zona periferica lo ricordano gli eventi di tutti i giorni. Il fenomeno migratorio di massa, l’instabilità politica del Nordafrica e la sua importanza a livello energetico. Quale agenda strategica adottare per dare centralità al Sud Italia nel post pandemia è il tema della prima edizione del Forum “Verso sud”, realizzato da The European House – Ambrosetti e dal Ministero per il Sud e la Coesione territoriale a Sorrento il 13 e il 14 maggio.

Va detto che la crescita economica è possibile là dove i margini sono maggiori. Il Mezzogiorno ha le caratteristiche per interpretare le sfide dei prossimi anni. Il Sud è il “serbatoio” per le rinnovabili in Italia e un ponte naturale di collegamento. Ci sono porti di notevoli dimensioni, poli industriali e imprese specializzate, oltre alla risorsa del turismo. E sarà al centro degli investimenti del Pnrr. Quello che serve è un meridionalismo del “fare”, con le competenze, le capacità ed l’efficienza necessarie a evitare che i soldi presi in prestito non divengano un aggravio ulteriore sulla collettività.

E quindi capacità di programmazione e di intervento sulle criticità, soprattutto sul fronte della digitalizzazione e del trasporto ferroviario. Un sistema universitario in grado di fornire le competenze necessarie al rilancio del Meridione. Saranno questi i temi affrontati al convegno “Verso Sud”. Ma tutto questo non può essere un processo “a freddo”. Il Mezzogiorno è un pezzo fondamentale della identità storica, sociale e antropologica del nostro Paese. Durante la pandemia migliaia di persone sono tornate al Sud perché ci si vive bene: il Mezzogiorno diventare un luogo dove non solo è conveniente vivere, ma anche fare impresa e investire.