Home News Vi do una notizia: il vero razzismo è ormai tutto a sinistra

Vi do una notizia: il vero razzismo è ormai tutto a sinistra

11
10

Alcuni avvenimenti di questi giorni mi hanno convinto di un fatto piuttosto clamoroso: il razzismo è ormai un fenomeno tipicamente di sinistra.

Parto dalla vicenda della vignetta di Vauro, peraltro entusiasticamente commentata anche qui su l'Occidentale. Qual è il meccanismo logico di quella vignetta: ci sono stati casi di preti pedofili, ergo tutti i preti sono pedofili. E' esattamente ciò che intendiamo per razzismo. Ma alla sinistra italiana quella vignetta è parsa eroica e coraggiosa, degna di essere comprata in originale su Ebay per 1500 euro, appesa in ufficio, esibita come icona di libertà da ogni persona perbene.

Proviamo a fare un paragone sul versante della destra. Mettiamo che la cronaca nera porti in prima pagina qualche crimine commesso da extra-comunitari. E' il classico caso in cui può capitare che qualcuno dal centro destra dica: gli extra-comunitari sono criminali. Magari riferendosi , seppure in modo un po' rozzo a dati e statistiche che dicono che la percentuale di crimini commessi da extra-comunitari in Italia è aumentata vertiginosamente. L'incauto dichiaratore sarebbe sepolto sotto accuse di razzismo, gli verrebbe detto di non fare di tutt'erba un fascio, che la stragrande maggioranza degli stranieri vive e lavora in Italia in piena legalità e che insomma il suo è puro razzismo.

Lo stesso doppiopesismo vale in mille altri casi. Prendete le elezioni in Sicilia: poichè ha vinto il centro-destra è automatico che abbia vinto la mafia. Avesse vinto il centro-sinistra sarebbe stato un trionfo della democrazia.

Lo stesso vale per le due piazze del family day: quella vuota era in realtà piena di gente vera e libera; l'altra era riempita da non-persone, da truppe eterodirette e inconsapevoli o peggio insincere.

Ma il discorso si potrebbe allargare, per esempio a Israele. La sinistra può permettersi ogni genere di critica contro quel paese, spesso anche con una furia che lascia sospettare qualcosa di più profondo. Ma se la destra parla del mondo arabo senza rispettare ogni comandamento del politicamento corretto l'accusa di razzismo è immediata.

Il risultato di tutto ciò è paradossale. Mentre anche la destra più becera si è ormai ripulita e ha imparato a stare a tavola, e a forza di bastonate magari pensa e non dice.  La sinistra in nome di una debordante prosopepea morale si crede legittimata a esprimere qualsiasi giudizio, anche il più offensivo e discrimintatorio. Lì infatti ci sono solo persone perbene, preoccupate dei mali del mondo e sempre vicine a chi patisce e dispera. Lì ogni cosa, anche la più sporca, diviene degna, mentre fuori dai quei confini anche la più degna si sporca.

Così credendo di potersi tutto permettere sono diventati gli unici veri razzisti. Qualcuno li avverta.

  •  
  •  

11 COMMENTS

  1. Concordo fino a un certo punto
    L’abitudine a raccontare le cose unicamente secondo il proprio punto di vista mi sembra piuttosto bipartisan. E così, di volta in volta, le cose diventano apprezzabili o deprecabili in funzione del posto da cui ci si trova ad osservarle e non grazie alle proprie convinzioni personali.
    I comportamenti tra destra e sinistra sono omogenei, soprattutto per quanto riguarda le dinamiche di gestione del potere: le stesse persone che dichiarano la legittimità delle proprie azioni quando sono al governo, le condannano quando passano all’opposizione.
    Ed è similare anche la ricerca del nemico: i preti da una parte, negri, prostitute e chi più ne ha più ne metta dall’altra.
    Ci sarà pure un modo per discutere della sostanza incece di agitare sempre spauracchi. Possibile che la considerazione del popolo da parte di chi fa politica sia così bassa, da trattare i cittadini sempre come una massa stupida?

  2. la supremazia della sinistra italiana
    Beh, la sinistra in Italia, elitaria, antisionista, autolesionista e quindi masochista, santoriana e sabinoguzziantiana, morettiana ma soprattutto neotravagliana, ha il monopolio di tutto. Ma proprio di tutto e quindi anche quello del razzismo.

  3. Vorrei informazioni oggettive sul video preti pedofili
    Gentile direttore,
    apprezzo molto le notizie de L’Occidentale, il suo stile e i contenuti che promuove.
    Un fatto grave mi spinge a scrivervi: il video sui preti pedofili, che io considero una enorme calunnia. Poiché molti dei miei colleghi hanno una scusa in più per attaccare i cattolici, vorrei avere qualche notizia più oggettiva in merito.
    Cordiali saluti.

  4. Sinistra… sinistra.
    Concordo con l’analisi molto lucida…
    La sinistra si e’ maleducata negli anni e andrebbe avvertita. A questo punto, molti dei problemi italiani attuali e futuri potrebbero essere imputati a questo suo modo di “non saperci piu’ fare”…

  5. sinistra razzista
    Secondo lo studioso inglese Norman Cohn le radici
    delle varie idee totalitarie di destra e sinistra sono da ricercare nel millenarismo che era contro
    ebrei e musulmani.
    Si spiega cosi anche il passaggio di molti soggetti
    dalla sinistra al nazi-faascismo e dal fscismo
    alla sinistra comunista.
    Certi ebrei sono stati perseguitati sia dai nazisti
    che dai comunisti.

  6. gli italiani, questi faziosi
    Caro Direttore dice delle cose piene di buon senso. Rischia molto. E’ sicuro di essere un giornalista?

  7. A dimostrazione che questo
    A dimostrazione che questo è vero, vi racconto questo episodio: l’altro giorno mi sono offerto di fare il volontario in una manifestazione per i disabili che si terrà a Napoli il 17 giugno. L’organizzatore, alla notizia ha così reagito: “Mi fa piacere che tu abbia accettato, nonostante sei di destra.” Evidentemente pensano che anche la beneficenza e il volontariato siano solo di sinistra.

  8. Concordo parzialmente
    Se è vero che nella sinistra è forte un sentimento anticlericale, antiamericano, antiisraeliano e perfino antisemita, è anche vero che a destra esistono personaggi e partiti che col razzismo sono legati da decine di anni. Come possiamo ignorare infatti la presenza di una Mussolini, di un Borghezio e di tutti i loro camerati (compresa una parte del gruppo giovani di AN)?

  9. un piccolo consiglio
    Non vi sembra di essere un pochino
    di parte nelle vostre affermazioni?
    vi espongo il dubbio che mi è sorto
    leggendo questo articolo e i relativi
    commenti:
    in questa pagina viene affermato che oramai
    la sinistra è razzista poichè fa affermazioni
    anticlericali ecc… in parole povere mi è
    sembrato di capire che ciò di cui accusate
    questo orientamento politico e di fare
    “di tutte l’erba un fascio” su molti argomenti.
    Il mio dubbio é: non state forse facendo la stessa cosa voi che fate emergere dai vostri scritti
    che tutti coloro che hanno questo orientameno politico sono razzisti?
    io non penso che il razzismo appartenga ad un partito piuttosto che ad un altro, penso solo che le singole persone abbiano idee razziste e che con le loro idee infanghino la politica italiana ed estera, rendendo un organo istitutito per provvedere a mantenere la giustizia sul territorio, la prima fonte di ingiustizie.
    Non freintendetemi, questa non vuole essere una critica, ma solamente un consiglio che spero spinga tutti voi dibattere ( anche nella quotidianeità delle vostre giornate, con i vostri amici e le vostre famiglie ) su come migliorare le condizioni del nostro paese, che ormai sta miseramente fallendo sotto molti punti di vista, piuttosto che accusare un partito in base ad affermazioni di singoli esponenti appartenenti ad esso.
    spero che le mie parole facciano riflettere e non polemizzare.

  10. Non dimentichiamo che i
    Non dimentichiamo che i sinistroidi trattano i neri come dei poveretti o come dei minorati mentali, misurando le parole da dire invece di parlare con loro normalmente per la perenne paura di offenderli, e aspettandosi che siano tutti di sinistra. Poi quando incontrano il nero apertamente di destra e che critica il modo di fare razzista dei sinistroidi e l’immigrazione clandestina, i sinistroidi restano disorientati.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here