Watson offende i neri, annullata conferenza a Londra

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Watson offende i neri, annullata conferenza a Londra

18 Ottobre 2007

Il vincitore del Premio Nobel per la medicina non terrà alcuna conferenza al museo della Scienza di Londra perché, secondo il direttore del prestigioso istituto, “Le posizioni espresse dal dottor Watson sono inaccettabili”.

A metterlo nei guai sono state le sue recenti dichiarazioni sulla presunta superiorità intellettiva dei bianchi nei confronti delle persone di colore. Il settantanovenne James Watson, vincitore del premio Nobel per la medicina nel 1962, aveva infatti affermato che tutti test svolti testimoniano l’inferiore quoziente intellettivo dei neri, aggiungendo anche: “chi deve trattare con dipendenti neri sa che non è vero”.

Immediata la risposta dei dirigenti del museo: “Sappiamo che gli scienziati più eminenti possono alle volte dire cose che causano controversie, e questo museo non evita di dibattere argomenti controversi. Ma in questo caso pensiamo che il dottor Watson abbia superato il limite di un dibattito accettabile, e come risultato, cancelleremo la sua conferenza”.