Welfare, Prodi apre alla sinistra radicale

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Welfare, Prodi apre alla sinistra radicale

01 Ottobre 2007

Romano Prodi, che ieri aveva
escluso modifiche al protocollo sul welfare, oggi si è mostrato più disponibile
verso l’ala della sinistra radicale e ha parlato di un equilibrio da trovare,
di una sintesi che spetta a lui fare. “Andiamo alla sostanza, troveremo
l’accordo”, ha detto.

Ed ha aggiunto: “È giusto che
tutti si posizionino: chi a destra, chi a sinistra. E poi si trova la
composizione. Mio dovere è trovare la composizione, e mi diverto anche”. Parole
subito apprezzate da Rifondazione comunista e in particolare da Franco
Giordano, segretario di partito, che accetta la tregua: “Cogliamo positivamente
la disponibilità presidente del consiglio Romano Prodi a un confronto
democratico”.